La Romagnola Bio, Ortofrutta Pattuelli, Primi

Riccioli di primavera agli asparagi in cestino di parmigiano

Vi ho fatto pazientare un po’, ma i riccioli di primavera non potevano aspettare più…gli asparagi sono belli pronti per essere raccolti!

Riccioli al pesto di menta e pomodoriniVi ho già parlato dei riccioli, ricordate? Trovate la ricetta cliccando sull’immagine del piatto! Ricordano tanto i miei capelli, quindi mi stanno simpaticissimi e li ho provati molto volentieri su consiglio di La Romagnola. Cliccando QUI trovate il link per averli direttamente a casa vostra!

asparagiI riccioli di primavera non sono tali se non accompagnati da un prodotto tipico della bella stagione: gli ASPARAGI! Maturano da marzo fino a maggio, quindi in questo periodo evitate di acquistare quelli surgelati, rivolgetevi al vostro ortolano di fiducia! Vi consiglio di recarvi almeno una volta al mercato contadino della vostra città, se non avete la fortuna di conoscere persone affidabili e carine come Mario e Simona di Ortofrutta PattuelliGli asparagi hanno proprietà diuretiche e depurative, oltre che essere ricchi di vitamina C e B9, fondamentale per il metabolismo e la replicazione cellulare.

Veniamo alla ricetta! L’ho scoperta su Il Cucchiaio d’Argento, ma l’ho rivisitata un po’, sopratutto nella presentazione!

 

E ora vediamo come preparare i riccioli di primavera!


Riccioli di primavera

 

INGREDIENTI (per 3 persone)

  • 300 g riccioli
  • 180 + 50 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 100 g asparagi freschi
  • 40 g pistacchi non salati
  • 1/2 limone non trattato
  • olio evo
  • prezzemolo

 

PROCEDIMENTO

Vi consiglio di preparare i riccioli di primavera partendo dal cestino di parmigiano. Dividete i 180 g di parmigiano in tre parti. Mettete una padella sul fornello e distribuite la prima parte di formaggio grattugiato in un cerchio di 10/15 cm di diametro. Quando la padella sarà calda, il parmigiano si scioglierà e formerà una sorta di cialda. Bastano pochi minuti! Appena il formaggio si sarà fuso e avrà legato, fatelo rosolare un poco anche sull’altro lato, quindi disponete il disco su una scodella da latte capovolta, in modo che prenda la forma del fondo. Lasciate raffreddare così e passate al secondo cestino, fino ad averli ottenuti tutti e tre!

Passiamo ora al condimento dei riccioli di primavera. Per qualche minuto sbollentate in acqua salata gli asparagi puliti e privati della base bianca, troppo coriacea. Quando saranno cotti, scolateli e tagliate le cime, che dovete mettere da parte. Tagliate invece i fusti grossolanamente e uniteli nel mixer assieme a metà dei pistacchi, il prezzemolo (un bel ciuffo) e la scorza del limone grattugiata. Tritate tutto! Quando gli ingredienti saranno ridotti a crema, versate il succo del mezzo limone e, con le lame in movimento lento, l’olio fino ad ottenere una crema più fluida. Per intenderci, la consistenza del pesto è perfetta! Regolate di sale e pepe.

Portate a bollore una pentola di acqua salata, tuffatevi i riccioli e scolate quasi tutta l’acqua quando saranno molto al dente. Ripeto, quasi tutta, perché un fondo di acqua di cottura vi serve per legare condimento e pasta. Con riccioli e crema nella stessa pentola riaccendete la fiamma bassa del fornello, mescolate fino all’assorbimento dell’acqua. Ungete con un filo di olio a crudo e ci siamo!

Disponete qualche cucchiaiata di riccioli di primavera nel cestino di parmigiano e decorate con le cime degli asparagi e una bella spolverata della metà avanzata dei pistacchi. Gustosissimo!

 

In collaborazione con